29.8.06

Convivenza o Ognuno a casa propria?




Matrimonio? Convivenza? Sicurezza? ...Voler condividere il proprio presente con chi si ama....
...o...
Ognuno a casa propria..così da poter avere attimi di intimità con se stessi...dita nel naso senza pensare di essere osservati...o più semplicemente c'è mamma che mi culla fino ai 63 anni???


Tu in chi ti riconosci???

Perchè in molte coppie sono formate da un individuo che vuole fare il grande passo (o matrimonio o convivenza) e dall'altro che invece non se la sente di prendere troppe responsabilità e si sente soffocato da un rapporto "per sempre"???

lascia un tuo commento...

17 commenti:

Caccy ha detto...

questo è un commento di prova per vedere se funziona il post..mi sembra di si..lasciate commenti..caso mai come anonimi e poi mettete il nome sul corpo messaggio...grazieeee

Anonimo ha detto...

ciao!!allora ho 34 anni la mia donna vuole che vada a convivere con lei anche se e poco che ci frequentiamo,comunque a prescindere non sono per il matrimonio,eventualmente la convivenza, anche se avendo avuto storie sempre brevi ( max 9 mesi con una ragazza di perugia ..io di roma,ecco il perchè..eravamo distanti;))..)sarebbe per me uno stravolgimento e una privazione della mia libertà, ed anche forse un'ammissione di colpa:nel senso che sono indeciso se farlo e non mi sento in grado di prendere questa responsabilità...resta di base il principio che se sei veramente innamorato/a, tante cose non le guardi e fai tutto...domanda sono io innamorato??e il tuo lui è veramente innamorato??un bacio il conte

Caccy ha detto...

x conte:non credo sia il fatto se sei veramente innamorato o meno..cioè io ho convissuto con un altro partener ed è stata la cosa + bella della mia vita..ma la storia è finita lo stesso.il fatto è: sei tu pronto a vivere una tua vita, o preferisci nasconderti dietro le comodità della famiglia?oppure sei l'eterno indeciso che non cambierai mai il vecchio per il nuovo?anche io sarei rimasta a casa fino ai 106 anni x vivere la vita da adagiata..invece di vivere ogni giorno senza contare sull'aiuto di nessuno. penso che arrivati ad un certo punto un individuo si debba staccare e formarsi una propria famiglia..ma mi rendo conto che ci sono anche individui che non ne sentono il bisogno.e poi vorresti dirmi che tutti quelli che non convivono e hanno una storia..quello che non vuole andare a convivere non ama l'altro? allora nessuna coppia sarebbe vera!te che dici?

Anonimo ha detto...

hai preso in pieno alcuni argomenti: io ad esempio allo stato attuale non sento questo bisogno di crearmi una famiglia,forse mi verra nel momento in cui saro innamorato veramente.
è chiaro che non posso dire che chi non va a convivere non si ama,sara che io vedo questo passaggio come una sorta di prova d'amore,e per questo ho magari una visione distorta della cosa.e poi sarà un mio difetto e usero un termine abusato e anche antipatico, ma mi sento un libertino all'ennesima potenza.forse è per questo che la penso in questa maniera.
dimenticavo: cerco moglie:)))ahahah ciao un bacio!!

Anonimo ha detto...

scusami...non l'ho scritto nel commento sopra sono il conte, o meglio luca.

Caccy ha detto...

luca, ma non devi sentirla come una prova d'amore. "devi" (tra virgolette perkè se nn te lo senti parlo in maniera teorica)..devi vederla come il piacere di condividere un "piatto con chi ami"..boh..io pure sto bene da sola..ma non posso stare con qualcuno ed sentirmi sola cmq. cioè..io non riesco a vivere in maniera superficiale un rapporto, o si dà tutto o niente, breve o lungo che sia. non posso condividere "il letto o il piatto" solo quando va tutto bene..anche quando vanno male..boh..mi sembra che alcune persone si prendano solo il meglio delle altre..senza dare nulla + del dovuto. il fatto è che mi sento delusa dal fatto che chi "non se la sente" nemmeno ci prova. come fai a saperlo? chi ti sta accanto ci prova a viverla come vuoi te la storia..ma preferite perdere la persona che avete al vostro fianco invece di provare a vedere se funziona o meno.

Anonimo ha detto...

caterina questo è il tuo nome...è vero si puo provare ,e non è giusto in un rapporto prendere solo le cose belle,ripeto parlando chiaramente a titolo personale, dico che questo passo spesso viene fatto un po per fuggire da casa ( io sto bene anche se vivo da solo ,mia madre è 2 piani sopra ;))..)ma se il rapporto è iniziato da poco non sempre si è sicuri e pronti di affrontare la convivenza,io sto con una donna separata che non vuole altro che vada a vivere con lei,ripeto se fossi innamorato veramente starei li con armi e bagagli,è questo che frena molto,e poi non scordare che ci sono persone che vedono la convivenza come un chiudersi nella coppia.però è vero cio che dici...un tentativo andrebbe fatto, chissa che a breve non provi anch'io!!nel caso ti chiederò i danni;))
p.s.ho deciso di metterti tra i miei link preferiti..posso??un bacio.

Caccy ha detto...

caro luca (che bel nome..ho due cari amici..di nome luca)..e cmq..si si mettimi pure tra i preferiti..tanto vedranno da soli che nn c'è molto su questo blog!ehehe e cmq, tornando al discorso dell' "àmMMMmore" (con la A aperta)..chi è sicuro di amare chi??!tutti abbiamo dei dubbi..io so di amare..ma non so quantificarlo..nè so x quanto..nè se domattina mi sveglio,esco di casa e prendo un colpo di fulmine x il macellaio..nessuno sa nulla del futuro..sai la prima volta che ho diviso la mia casa l'ho fatto x gioco..non pensavo a ciò che "avrei costruito"..e invece l'ho fatto..anzi..s'è rotto quando x motivi + grandi di noi ci siamo dovuti dividere (era di latina..e io marchigiana..fai un pò te)...e puo' darsi che ora se andassi a convivere invece di creare qualcosa si distruggerebbe tutto...ma non è bene saperlo?..che fai come quelli che sono fidanzati x 15anni e poi dopo 2 mesi di convivenza si lasciano perkè lei non sapeva che lui dormiva con i calzini..o lui che non sapeva che lei di notte russava + del vicino?non c'è un momento per farlo...perkè c'è sempre una scusa x non farlo. io credo solo che a sto punto..parlando sempre per il personale..dovrei decidere se amare qualcuno che aspetta la manna dal cielo..o l'illuminazione x mettere il culo fuori casa...o andare per la mia strada. l'unica frase che mi gira in testa è:"così sto male..non posso stare con te..ma nemmeno senza di te"..forse dovrei prendermi un periodo di solitudine. per capire che un pò di egoismo ci vuole.

Anonimo ha detto...

si un po di egoismo ci vuole per capire e far capire all'altra persona meglio la situazione.
poi ripeto non so quanto possa essere attendibile io, visto il mio passato,e delle mie storie a breve termine ( vissute pienamente ,di quello ho certezza).

p.s. dimenticavo casualmente faccio il macellaio;)))
luca.

gloutchov ha detto...

:) Principalmente sono per la convivenza! Colpa di Forum... che mi ha spaventato un bel po' in caso di matrimonio fallito :/

Anonimo ha detto...

P.S.
cmq niente culla materna. Vivo solo da quando avevo 25 anni :)
Gloutch

Caccy ha detto...

ebbravi...io vengo da una famiglia..dove a 5anni sono venuta in italia (mamma è greca) xkè i miei si erano divisi..ed entrambi si sono rifatti una vita..e x quanto figlia di razza bastarda..eheh..credo che sia un pò nel dna di una persona voler o meno una famiglia. sia io che i miei fratelli + grandi siamo usciti molto presto da casa..ed ognuno a suo modo si è formato la sua famiglia: mio fratello si è sposato (33 anni= 1 figlio 4anni) - mia sorella convive da 13 anni (31 anni= 3 figli; 6anni-3anni-0.3mesi!) ..e io?..mi sento la "sfigata" della famiglia..quella nata nell'era dell'euro..dove tutto è incerto..tranne le bollette! dove il lavoro è a tempo determinato..e l'amore.. PURE!!!!...mah..perkè tutta questa inquietudine??? io non credo nel vincolo del matrimonio...quello si lo vedo un vincolo..ma non nei confronti del partener..ma nei confronti delle tasse!!! degli avvocati ..è come se firmassi il patto con il diavolo..io amo una persona..e perkè mi devo sposare lo stato???..e cmq...viva l'amore..ma quello vero però! quello che va oltre a tutto. Mi è stato detto:"se mi ami mi aspetti" e io ho risposto:"beh se mi ami tu allora vieni con me"...mi viene in mente un vecchio detto della mia carissima nonna (pace alla sua anima)... " TU HAI RAGIONE, MA IO NON HO TORTO!!!!"

Barbara ha detto...

Ciao Caterina,
io mi chiamo Barbara. Sono alla seconda convivenza...
A casa sono rimasta finchè non sono stata abbastanza grande da andarmene, ma non sarei contraria ad avere una casa mia e il mio partner averlo in un'altra casa, magari di fronte alla mia... risparmierei un sacco di litigate... sposarmi no (sarà anche grazie al mega esempio di matrimonio/galera che ho dei miei genitori), e nemmeno i figli sono tra le mie più grandi aspettative, e questo non c'entra con l'amore che provo per il mio compagno...io sono così... ed il mio compagno che invece vorrebbe tutto quanto sopra mi rimane accanto perchè dice che mi ama e poi "ormai...", quando si dice l'amore vero!!!
Baci
Barbara

Caccy ha detto...

Ciao barbara..anche io ora che vivo da sola capisco cosa significa avere i propri spazi...ma mi sono anche conosciuta meglio...e che io di tutti questi spazi non me ne faccio niente se non posso condividerli con qualcuno. ...i figli??? con 4 nipoti che mi ritrovo..ho capito che è meglio fare la zia...(un pò come preferire stare a casa propria invece di convivere)..perkè almeno quando iniziano a fare le lagne..li ridai indietro ai rispettivi genitori!!!...apparte gli skerzi..credo che ognuno di noi abbia un "modo proprio" di sentire il rapporto con un'altra persona. solo che mi piacerebbe trovare qualcuno che si avvicini molto al mio modo di sentire la parola "famiglia". baci barbara
anzi..baci a tutti a domani!!!

ambrosia ha detto...

ciao, io convivo felicemente da 8 anni e mezzo. Non sono contro il matrimonio, forse prima o poi ci sposeremo, sicuramente se avremo un figlio. In ogni modo credo che un periodo di convivenza preventiva sia necessario, conosco coppie fidanzate da anni che non stanno insieme più di una settimana per le ferie e si salutano ogni sera e non sanno cosa significhi fare spesa, pagare bollette, insomma la vita vera a due.
Un bacio e buona giornata
* sempre i soliti problem per lasciare i commenti!! :)
Ambrosia

Caccy ha detto...

ciao ambrosia, son contenta che hai lasciato il tuo commento..ora faccio un bel post...approposito di quello che mi hai detto!!!

persbaglio ha detto...

secondo me prima di sposarsi, tutti dovrebbereo fare un anno e mezzo di convivenza... cosi ci si conosce bene... si scopre cosa ti da fastidio dell'altro e se questo fastidio, comunque, non è rilevante all'interno della coppia e degli anni avvenire!!! :) ho troppi amici che si sono sposati con troppa facilità e d ora a trentanni sono già separati! :(
se avessero convissuto questo non sarebbe successo.
Adry